biografia - Emiliano Emi VernizziBIOGRAFIA

Musicista trasversale, solista ed improvvisatore tra tradizione e modernità, freelance, tournista, modern music educator. Emiliano “Emi” Vernizzi è attivo co-leader in diversi progetti originali che spaziano dal post-bop al jazz europeo, funk ed elettronica, American roots music, rock e pop.

Segnalato nel 2000 al Concorso Nazionale Giovani Jazzisti di Verbania e successivamente al TopJazz con il suo acclamato progetto da co-leader Pericopes: primo premio all’ Umbria Jazz contest, primo premio al Padova Carrarese (presieduto da Paolo Fresu). Master in Jazz con il massimo dei voti (cum laude); seminari con John Taylor, Gideon Levensohn, Steve Coleman, Graham Collier, Barry Harris, Giorgio Gaslini, Berklee Clinics of Boston e perfezionamento a New York assieme a luminari quali Dave Liebman, Joel Fraham, Melissa Aldana e Walt Weiskopf.

Ha all’attivo più di 50 incisioni discografiche in veste di collaboratore e co-leader, dozzine di tour che hanno toccato prestigiosi club tra cui il Blue Note (Milano, IT), Sunset Sunside (Paris, FR), Unterfahrt (Munich, DE), A-Trane (Berlin, DE), The Blue Lamp (Aberdeen, UK), ShapeShifter (NYC), Chris’ Jazz (Philadelphia, USA), The Maison (New Orleans, USA), Martyrs’ (Chicago, US), The Crack Fox (S.Louis, US), Jazz Dock (Prague, CZ) and Opus Jazz (Budapest, HU)…; e partecipando ad importanti festival, tra cui il JIM Festival (Cina), Gateshead International Jazz Festival (UK), Summer Jazz (San Francisco, USA), Moonrunner (Chicago, USA), Jazz on5 Festival (CZ), Graz Jazz Nacht (AU), Burg Jazz (DE), Umbria Jazz e Jamboree (IT) e molti altri.

A partire dal 2010, durante le lunghe residenze a NewYork, inizia un il sodalizio con la band capitanata dal chitarrista/cantante americano Izzy Zaidman, incidendo quattro album ed effettuando decine di tour tra Europa e la maggior parte degli Stati Uniti (Alabama, California, Colorado, Connecticut, Florida, Georgia, Illinois, Indiana, Iowa, Kansas, Kentucky, Louisiana, Maryland, Massachusetts, Missisippi, Missouri, Nebraska, Nevada, New Jersey, New York, North Carolina, Ohio, Pennsylvania, South Carolina, Tennessee, Utah, Virginia, West Virgina, Wyoming).

Allo stesso tempo (2012) il progetto Pericopes troverà sviluppo oltreoceano avvalendosi della collaborazione del batterista Nick Wight. La nuova produzione (US-IT) raggiungerà un totale di sei album all’attivo tra cui “These Human Beings” – presentato da Dave Liebman ed Enrico Rava – riconosciuto dalla critica internazionale (DownBeat, AllAboutJazz, Jazziz, MusicaJazz,…) e seguito da centinaia di concerti tra UK, Olanda, Germania, Austria, Rep.Ceca, Francia, Svizzera, Italia, Slovenia, Cina, USA, fino ad oggi.

In Italia ha collaborato con molti musicisti importanti, tra questi spicca il rapporto decennale con Gianni Cazzola (assieme al suo BlakeyLegacy 6et) e parallelamente con la band di BeppeDiBenedetto con il quale ha inciso due album. Recentemente è co-fondatore di BlueMoka che vede ospite il trombettista Fabrizio Bosso.

Durante la sua carriera non sono mancate collaborazioni con artisti di caratura internazionale (Ligabue, Negramaro, Mario Biondi,…), del mondo del teatro (Lucia Vasini, Jack Hirschman,…) e di quello televisivo dell’entertainment (Jerry Calà, Smaila, Platinette,…), affiancate da ruoli minori in veste di produttore per sonorizzazioni di cortometraggi (Civica Cinema, Milano), video commerciali (Pagani Zonda, Motor&Life, ArteImmagine) e programmi radiofonici (RaiTrade, Rai Radio Uno).

Nel 2015 inizia la collaborazione con il cantante Luciano Ligabue (Campovolo, Liga Rock Park, album Made In Italy, Tour 2017).

Fin dall’inizio l’impegno per la didattica musicale è stato l’attività in cui ha riposto grande devozione tenendo corsi e masterclass (recentemente al Royal Conservatoire of Scotland in Glasgow-UK; RNCM of Manchester; University of Aberdeen-UK,…). E’ docente di Sassofono Jazz presso il Conservatorio di Parma.

CONTINUA . . .

biografia - Emiliano Emi VernizziHa militato per molti anni nella Jazz Art Orchestra in veste di 1°tenore, rinomata big-band diretta da Carlo Gelmini partecipando a diversi festival (ospiti Massimo Manzi, Christian Mayer, Ellade Bandini, Michael Rosen, Mauro Negri, Fabrizio Bosso, Tullio de Piscopo, Roberto Gatto, Walter Calloni, Emanuele Urso) e precedentemente con la Civica Jazz Band del M°Enrico Intra all’interno dei Civici Corsi di Jazz di Milano, un’esperienza che gli permetterà di partecipare a festival in Italia e all’estero con ospiti del calibro di Eddie Daniels, David Raksin, David Liebman, Max Roach, Bobby Watson, David Murray, Paolo Fresu, Enrico Rava, James Newton, Evan Parker, Franco Ambrosetti, Gianluigi Trovesi, Antonio Farao, Enrico Pieranunzi,…) incidendo il disco “Italian Jazz Graffiti” (Soul Note – 2001).

Formazione ed esordi cominciano agli inizi degli anni novanta, nelle prime band di rhythm ‘n blues e original, per appassionarsi poi al jazz durante gli studi e le frequentazioni nelle città di Milano e Bologna. Nel 2000 comincia la collaborazione con Rossano Sportiello e la dixieland band Sidela Stompers di Milano. L’anno successivo iniziano gli appuntamenti settimanali al Chet Baker di Bologna con la Reunion Big Band di Marco Tamburini. Nel frattempo prende vita Taphros, viaggio sonoro del chitarrista sardo Valentino Tamponi con il quale incide due album tra cui l’omonimo d’esordio presentato da Paolo Fresu. Si consacra poi l’incontro con Roberto Bonati all’interno dei corsi di jazz del conservatorio di Parma, permettendogli di approfondire la composizione jazz di estrazione europea. Il percorso di perfezionamento proseguirà ulteriormente a NewYork negli anni a seguire.

Tra i diversi progetti passati più caratterizzanti è da segnalare B-sharp, bizzarro collettivo che si avvale di una produzione ragionata sul jazz/pop/elettronica; Cuckoo’s Nest Trio, uno laboratorio piano/chitarra/sax di avant-garde, free ed elettronica; Altare Thotemico assieme a Max Govoni sarà invece il rilancio di un precedente e fortunato progetto jazz-prog. Il disco è subito primo in classifica in Germania e la band paragonata dalla critica ai nuovi Area.

biografia - Emiliano Emi Vernizzi biografia - Emiliano Emi Vernizzi - Umbria Jazz biografia - Emiliano Emi Vernizzi - Conservatorio A.Boito biografia - Emiliano Emi Vernizzi - Valerio Carboni biografia - Emiliano Emi Vernizzi - Dave Liebman
ALTRE COLLABORAZIONI

Bobby Durham, Franco Cerri, Stefano Cerri, Paul Jeffrey, Tommy Campbell, Anthony Wellington, Yuri Goloubev, Felice DelGaudio, Tullio Ricci, Giovanni Amato, Antonio Zambrini, Alberto Tacchini, Roberto Rossi, Piero Odorici, Mauro Ottolini, Carlo Atti, Max Govoni, Tony Arco, Lucio Terzano, Marco Vaggi, Paolo Pellegatti, Roberto Dani, Roberto Ottaviano, Claudio Fasoli, Alberto Tacchini, Alberto Mandarini, Gianluigi Trovesi, Bruno Tommaso, Giorgio Gaslini, Davide Ghidoni, Andrea Tofanelli, Roberto Tarenzi, Paolo Benedettini, Flavio Boltro, Alberto Gurrisi, Iren Robbins, Sandro Gibellini, Emanuele Basentini, Max Furian, James Thompson, Carl Potter, Tony Esposito, ed altri…

Mangala Vallis e Bernardo Lanzetti (PFM). CB Band (Hengel Gualdi, Alexia, Gato Panceri, Matteo Setti, Iskra. Album produzione Nomadi). Bravo (Jerry Calà, Umberto Smaila, Dario Ballantini, Corrado Tedeschi, Gaspare e Zuzzurro, Natasha Stefanenko). Freatlones (Ronnie Jones). Jazz Art Orchestra (Gianluca Grignani, Enrico Ruggieri, Negramaro, Le Vibrazioni, Saturnino, Concato, New Trools). Novecento (Gianni Bella, Joyce Yuille, Fiorellino, Platinette, Andrea Salvini – Michele Pertusi). Negramaro studio session 2007. Mario Biondi. Little Taver (Platinette, Aldo Piazza). Duke Ellington Trio. Roberta di Mario. Kikkombo.

FESTIVALS

Midpoint Music Fest. (Cincinnati, USA), Summer Jazz (San Francisco, USA), Moonrunner (Chicago, USA), JIM Festival (Beijing, CINA), Gateshead Jazz Festival (Newcastle, UK), Umbria Jazz, Stresa Jazz, Estival Jazz (Svizzera), Ribble Valley (UK), Sound Scotland (UK), 5 festival (Prague, CZ), festival di Biel-Bienne (Svizzera), Pas Grave Festival (Parigi), Sjoks fest. (Olanda), Burg Jazz (Germania), Montraker Music Festival (Croazia), Iseo Jazz, Villa Celimontana, ParmaJazzFrontiere, Summer Jamboree, JazzIt, Terresenesi Jazz, Arezzo Jazz, Volterra Jazz, Padova Jazz, Taphros Festival, Jazz al Piccolo di Milano (Teatro Strehler, Grassi, Studio), Ah-Um jazz fest, E’ GrandEstate, Premio Lunezia, Moncalieri Jazz fest, Musicartz, Sweet and Soul Festival, Squinterno, Parma Poesia fest, Controtempo, Volks’n roll, Muntagnin Jazz fest, Laigueglia Jazz, Lucchini day, Monfalcone music fest, “Al chiaro di Luna” (XV ed), Oltretorrente Jazz Meeeting, TerreVerdiane Jazz fest, Valdarno Jazz, Saint Bartholomew’s, Mundus, Berbenno Jazz, Sanremo Rock, ed altri ancora….

CLUBS

ShapeShifter (NewYork, US), Chris Jazz Club (Philadelphia, US), Smalls (NewYork, US), Cafè Vivaldi (NewYork, US), Deerhead Inn (Delaware, US), The Maison (New Orleans, US), Martyrs’ (Chicago, US), The Crack Fox (S.Louis, US), P&H (Memphis, US), Moondoggies (SanDiego, US), Lions Lair (Denver, US), Starry Plough (SanFrancisco, US), The Pike (LosAngeles, US), A-Trane (Berlin, DE), Unterfahrt (Munich, DE), Jazzclub Hannover (Hannover, DE), Domicil (Dortmund, DE), Armer Konrad (Weinstadt, DE), Jazzzstudio (Nurnberg, DE), Jazzclub Tonne (Dresden, DE), Elbphilarmonie (Hamburg, DE), Blue Lamp (Aaberdeen, UK), Pizza Express (London, UK), Jazz Bar (Edinburgh, UK), Sunset Sunside (Paris, FR), LaGare (Paris, FR), Jazzclub de Grenoble (Grenoble, FR), Opus Jazz Club (Budapest, HU), Stockwerk (Graz, AU), Jazzpoint (Linz, AU), City Jazzclub (Riga, LV), Jazz Dock (Prague, CZ), Jazzkomplek (Ravne, SLO), Archiduc (Bruxelles, BE), Blue Note (Milano, IT), Torrione JazzClub (Ferrara, IT), Panic (Marostica, IT), UnTubo (Siena, IT), Bravo Caffè (Bologna, IT), Casa del Jazz (Roma, IT), Milestones (Piacenza, IT), Casa della Musica (Parma, IT), Dekadenz (Bressanone, IT), Teatro Nuovo (Milano, IT), Teatro Strehaler (Milano, IT), La Sapienza (Roma, IT), Teatro Grassi (Milano, IT), Teatro dal Verme (Milano, IT), Teatro Brancaccio (Roma, IT), Teatro Smeraldo (Milano, IT), Studi RAI Radio3 (Milano, IT), ed altri ancora….

TEATRO e PROGETTI CULTURALI

Lucia Vasini, Jack Hirschman, Rosana Crispim e Nelson Machado, Tita Ruggeri, ass. A.L.T.A. (spettacoli su Carducci, D’Annunzio/Duse, Futurismo – anteprima al Vittoriale nel 2009), Federica Bognetti (Bar Blues). Realizzazione musicale di “Elegia per una Signora” di Arthur Miller, in scena al Teatro del Tempo di Parma (2002). Nel 2009 è collaboratore del progetto sociale “Life Collection” (regia: Nicola Artico) all’interno del reparto di oncoematologia pediatrica di Parma.

PRODUZIONI MEDIA

Produzione musiche per il DVD “Pagani Zonda” uscito per la rivista giapponese “Rosso” (70.000 copie) e americana “Motor & Life” (presentato nel 2006 al salone del Lusso di Verona e di Ginevra). Collabora con F.Montisano a produzione musiche per RaiTrade (2009-2010) e per il programma radiofonico “Strada Facendo” (edizioni 2005-06-07 di Pino d’Angiò e Savino Bonito) in onda su RAI Radio Uno. Colonna sonora originale del cortometraggio “La Torta” di A. Camattini (2012) prodotto da “LaDodiciVideo”. Colonna sonora originale del cortometraggio “Secondo Piano” di E.Soresini (2013) prodotto dalla Civica Cinema, Milano.

FORMAZIONE

Italia: Renato D’Aiello, Tullio Ricci, Maurizio Giammarco, Bob Bonisolo, Maurizio Caldura, Fabio Petretti, Riccardo Luppi. Civici Corsi di Jazz, Milano (Giulio Visibelli, Gianni Bedori, Franco Cerri). New York: Walt Weiskopf, Joel Fraham, Marc Mommaas, Melissa Aldana. Workshop: Clinics Berklee of Boston, Paul Jaffrey, Barry Harris, Dave Liebman, John Taylor, Steve Coleman, Gideon Levensohn, Graham Collier, Giorgio Gaslini, Bruno Tommaso, Gianluigi Trovesi. Titoli: Laurea triennale e biennale specialistica (entrambe 110 cum laude) conseguita presso il Conservatorio A. Boito di Parma.